A.F.M. Srl - Farmacie Comunali Ferrara

AFM, Azienda Speciale del Comune di Ferrara, è stata costituita nel 1959 dal Comune di Ferrara.
Oggi l’A.F.M. gestisce undici farmacie nel territorio comunale di Ferrara e un Centro Inalatorio e sviluppa un fatturato di oltre 17 milioni di euro, occupando 80 dipendenti.

Dal 2012 l’Azienda si è trasformata in SRL con la denominazione “AFM Farmacie Comunali Ferrara Srl” ed è entrata far parte della Holding Ferrara Servizi Srl di proprietà del Comune di Ferrara.

Il ruolo dell’azienda comunale nel settore delle farmacie si giustifica, storicamente, con la fornitura di medicinali in zone periferiche e non coperte dal servizio privato.
In particolare, si trattava di garantire l’accesso e la qualità del servizio, orari di apertura adeguati, non discriminazione dei cittadini per le condizioni economiche.

Il primo compito delle farmacie comunali è stato quindi quello di distribuire gratuitamente i medicinali ai poveri assistiti dal Comune e da altri Enti e istituzioni, prima, e a tutti i cittadini poi.

Nel tempo la missione della nostra Azienda si è sempre più diversificata. Definire oggi le nostre farmacie come luogo di distribuzione dei farmaci è, contemporaneamente , sia vero che falso: vero perché questo è l’oggetto più palese ed evidente di questa presenza sociale, falso perché le nostre farmacie sono anche molte altre cose, come è possibile vedere cliccando nell’apposita sezione del sito dedicata ai servizi

La storia di A.F.M. è una storia di lavoro, innanzitutto, una storia di competenze individuate e valorizzate dall’Azienda. E’ una storia delle espressioni democratiche della società ferrarese, capaci di cogliere, col mutare dei tempi, forme diverse di intervento nel campo dei bisogni sanitari e sociali. Una storia di idee e di professionalità, spesso anticipativi. In grado di far interloquire Ferrara, da pari a pari, col più vasto contesto regionale e nazionale.

PERCHÉ UNA CARTA DEI SERVIZI? Perché è doveroso mettere a disposizione dei cittadini/utenti un documento di trasparenza in cui vengano esplicitate in modo semplice e dettagliato le informazioni necessarie per la conoscenza puntuale dei servizi offerti e per il loro possibile utilizzo, con lo scopo di favorire un rapporto diretto tra servizi e utenti.

La Carta fornisce anche le dovute indicazioni per chiedere semplici informazioni o sporgere reclami, mettendo così al centro le esigenze del cliente.

La Carta dei Servizi è essenziale per la tutela dei diritti del consumatore, è una sorta di patto che vincola l’ente di fronte al cittadino, una dichiarazione unilaterale con la quale l’ente si assume l’obbligo di offrire degli specifici servizi e l’utente ha il diritto di pretendere il rispetto di tali servizi, perciò, oltre ad essere una guida, deve essere stimolo per mantenere alto il livello delle proprie attività e per eventuali miglioramenti.

La Direttiva della Presidenza del Consiglio dei Ministri del 27 gennaio 1994 (D.P.C.M. 27/1/1994, in Gazz. Uff., 22/2/1994, n. 43), ha fissato i principi che sono alla base delle carte dei servizi - uguaglianza, imparzialità, continuità, diritto di scelta, partecipazione, efficienza ed efficacia, principi che è necessario adottare allo scopo di perseguire la politica che pone il cittadino al centro delle attività svolte da qualunque ente erogatore, pubblico o privato.


Notizie dell'Azienda